Studi culturali e postcoloniali del Mediterraneo 2017-18

(Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi: SPS/08)

MODULO
La sfida del Mediterraneo: interruzioni postcoloniali, modernità non autorizzate
8 crediti
no-to-torture-1982
Houria Niati, No To Torture (1982)

Il modulo parte dalla visione del film di Gillo Pontecorvo
La Battaglia d’Algeri (1966) per introdurre l’idea del Mediterraneo coloniale, la figura di Frantz Fanon e la critica postcoloniale. Il film annuncia temi che saranno cruciali per il modulo: il ‘diritto di avere diritti’ (Hannah Arendt) e la contestazione dell’ordine coloniale della modernità, il lavoro di Antonio Gramsci sui rapporti asimmetrici di potere e la produzione dei sud del mondo come realtà politico-economiche strutturali, e, nella vicinanza di Assia Djebar, la questione di genere e di fede in una modernità pluriversale (e non omogenea e universale).
Per approfondire gli argomenti del modulo si utilizzeranno i linguaggi critici degli studi culturali, delle arti visive e della musica, al fine di evidenziare la sfida rappresentata dalla complessità della formazione storico-culturale del Mediterraneo odierno. Infine, si attraverseranno gli archivi del Mediterraneo in maniera innovativa, piegando il tempo lineare dell’abituale storicismo per rendere prossimo il passato nell’interrogazione critica del presente.