Studi culturali e postcoloniali del Mediterraneo 2018-19

(Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi: SPS/08)

MODULO
La sfida del Mediterraneo: interruzioni postcoloniali e modernità non autorizzate
8 crediti
no-to-torture-1982
Houria Niati, No To Torture (1982)

Il modulo si propone di fornire elementi per la comprensione complessa dei diversi dimensioni che caratterizzano la formazione del Mediterraneo moderno. Affrontando il mare e le sue rive associate come se fosse un archivio, l'intenzione critica è quella di ripensare il Mediterraneo alla luce di storie e culture delle tre sponde: un intreccio che è stato spesso oscurato dall’attuale versione egemonica della modernità.
La musica, la letteratura e le arti visive offrono mappe molto diverse da quelle proposte dalla geografia, dalla storiografia, dalla scienza politica e dagli studi di area. Se questi ultimi sono invariabilmente sicuri nell'applicare i loro protocolli disciplinari, impiegando delle lingue e delle premesse abituate a esercitare l'egemonia, l'altro approccio suggerisce mappe del tutto più fluide. Lo scopo di questo modulo è quello di esplorare le lacune e gli intervalli tra queste prospettive spesso contrastanti. Ciò suggerisce un Mediterraneo più aperto e complesso in cui la sovrapposizione di storie e culture diverse sfidano le prospettive prevalenti, suggerendo i limiti della nostra conoscenza e autorità. Tale percorso critico ci permette a affrontare la moltiplicazione di un Mediterraneo (e di una modernità) che non è mai solo nostro da possedere e definire.